Il regolamento del food contest

Seguimi

  • Facebook
  • youtube
  • Pinterest
  • Instagram

Gli integratori sono utili nel golf?

Golf_Articolo
Anche nel golf sono utili gli integratori alimentari

Il golf è uno sport individuale, di precisione, che coinvolge dilettanti e professionisti. Nel resto del mondo è molto conosciuto e praticato, in Italia  grazie a nuove regole e anche alle ottime prestazioni internazionali dei nostri giovani atleti è sempre più in espansione.

Essere al massimo dell’efficienza psicofisica è il fattore chiave per ottenere grandi risultati nel green. E’ fondamentale mantenere le risorse energetiche per concentrarsi e realizzare un buon colpo anche dopo che si è in campo da ore.

Vi starete chiedendo perchè vi parlo di golf? Credetemi che qualcuno a me molto vicino da anni lo pratica per divertimento. Ogni tanto lo seguo, più per passeggare nel “green” che per vedere i giocatori che lanciano a distanze irraggiungibili la pallina. Lo trovo molto rilassante, ci sono degli scenari invidiabili con quell’erbetta sempre regolare, la vista spazia in ogni dove, vi consiglio di andarci qualche volta. Parte di quello che vi dico proviene dai discorsi sentiti e da qualche informazione ricevuta da chi ogni giorno combatte nel campo.

Stare sul campo per ore senza mangiare può risultare deleterio come pure alimentarsi con cibi troppo pesanti, troppo proteici o troppo ricchi di zuccheri semplici. Chiunque abbia provato a passare una giornata sul campo ha provato sulla sua pelle le conseguenze del calo fisiologico con il passare del tempo che si manifestano con la diminuzione della capacità di concentrazione e il peggioramento della performance sul campo.

Inoltre, i muscoli di mani, polsi e avambracci lentamente si stancano e le gambe dimenticano la tonicità dei primi colpi, con il risultato di perdere il controllo del bastone, oltre che il ritmo necessario per uno swing fluido e armonioso. Senza parlare dei  dolorosi traumi alle articolazioni e “strappi” alla schiena nel tentativo di colpire la palla correttamente.

Superare la soglia di affaticamento, fisico e mentale, spesso senza accorgersene, nel golf è prassi comune.  Sarebbe auspicabile, invece, riuscire ad ovviare all’inconveniente, grazie ad un programma di allenamento ben calibrato, accompagnato da un congruo regime alimentare e non solo.

Gli integratori sono utili nel golf, aiutano soprattutto a mantenere alti livelli energetici e posssono fare la differenza tra un’ottima giornata di gioco e un fallimento, sia tra i professionisti che tra gli appassionati. Scegliere gli alimenti da evitare e i giusti integratori assicura di avere a disposizione tutti i nutrienti, nel momento giusto e nel giusto equilibrio.

Ecco cosa può fare la differenza quando devi andare sul green:

Evitare prodotti con i carboidrati semplici: cioccolata, dolci con zucchero bianco portano un effetto contrario a quello desiderato. La variazione della curva glicemica indotta, porta l’organismo ad impegnare tutta l’energia disponibile per il ripristino delle condizione iniziale e a privare, quindi, del “sostentamento” necessario tutti i muscoli coinvolti nell’attività fisica. In questo caso ne risentirà anche la capacità di concentrazione, fondamentale nella pratica del golf.

Limitare o ridurre il consumo di frutta secca: oltre a aumentare la sensazione di sete può eccessivamente “riscaldare” l’organismo creando fastidiosi effetti collaterali.

Evitare prodotti troppo proteici: possono creare problemi durante la fase digestiva sottraendo sangue ai muscoli coinvolti nello sforzo fisico.

Una soluzione pratica ed efficace è quella di fare una prima colazione equilibrata, che comprende anche le proteine solubili, oppure sostituire il pasto, prima dell’entrata in campo, con un frullato Formula 1 che garantisce le giuste proporzioni degli elementi nutritivi senza appesantire.

E’ necessario fare molta attenzione alla quantità di liquidi da ingerire e ai sali minerali da reintegrare. E’ risaputo che è sufficiente una perdita del 2% di liquidi per perdere la giusta concentrazione e gli atleti che praticano questo sport devono avere elevati livelli di concentrazione soprattutto durante la gara.

Utilizzare una bevanda isotonica che contiene, oltre ai classici sali minerali anche una fonte di carboidrati a lunga durata e vitamine, aiuta negli sforzi più lunghi. In fase di gara la giusta bevanda isotonica porta ad aumenta l’attenzione, l’energia ed idrata l’organismo. E’ importante idratarsi già prima di entrare in campo e continuare a bere in modo costante.

Utilizzare un prodotto che aumenti  l’energia, una bevanda energetica, magari verso la fine dell’allenamento o della competizione aiuta a rimanere concentrati.

Gli integratori utili nel golf, da prendere in casi specifici:

Oltre al frullato Formula 1 che consente di fare un pasto completo e leggero, consiglio una bevanda isotonica e una bevanda energetica verso la fine della competizione.

Inoltre, alcuni nutrienti sono difficili da recuperare nella dieta quotidiana, quindi si può utilizzare un

Integratore multivitaminico e ricco di minerali; per proteggere l’organismo dallo stress e dai danni causati dai radicali liberi.

Integratore di picnogenolo per favorire la microcircolazione; per essere più dinamici ed attivi, per recuperare energie, per affrontare al meglio l’avanzare degli anni.

Integratore di Omega 3;   per avere un effetto positivo sui tempi di reazione.

Attenzione, quando parlo di integratori mi riferisco a quelli che da anni utilizziamo in famiglia, le cui materie prime sono sottoposte a rigidi controlli e certificati scientificamente. Per saperne di più vi rimando a questo sito, dove potrete saperne di più.

Commenti

Lascia un commento