alici in pacchetto 703x303 1

Le alici, dette anche acciughe, i pesciolini che facilmente si pescano nei nostri mari, sono pregiati dal punto di vista nutrizionale. Rispetto al loro basso contenuto calorico, sono invece ricche di minerali tra i quali il selenio e sono un ottimo bottino di Omega 3. La maggior parte delle persone però le cucina utilizzando il metodo della frittura che le rende non proprio salutari. Gratinate al forno sono squisite, le mangio spesso in questo modo, ma sono talmente piccine che non danno grosse soddisfazioni al palato. Complice questo contest,“DIETA MEDITERRANEA? SI’, GRAZIE, che fortunatamente ho trovato solo ques’ultima settimana, ho deciso di rinnovare la ricetta delle Alici al forno aggiungendo pomodorini e capperi tra due alici sfilettate, ed ecco che sono uscite le Alici in pacchetto.

E’ lo so, prima di cucinarle è necessario prepararle ……in alcune pescherie le trovate già pronte e il mio consiglio rivolto alle donne è di trovare una buona pescheria, andare spesso ad acquistare il pesce e vedrete che se sarete carine con il pescivendolo le troverete sempre pronte, il consiglio vale anche per i maschietti ovviamente! Altrimenti, buttatevi, non fate gli schizzinosi e iniziate a mettervi in azione, sentirete che buon profumo di mare!

Ingredienti per le alici in pacchetto

una decina di alici fresche a testa

pomodorini pachino, preparatene in abbondanza perchè sono talmente buoni che andranno a ruba anche se non li utilizzerete tutti

2 capperi per coppia di alici

pangrattato integrale q.b.

un pizzico di sale

olio extravergine di oliva

erbette aromatiche: timo

 

alici in pacchetto 703x303 2

Come preparare le alici, è più lungo da spiegare che da fare, comunque vediamo se ci riesco, chiedete al pescivendolo di preparare la numero 1 , imparerete in fretta, io ho fatto proprio così, quindi se ce l’ho fatta io……. :

prendi la testa dell’alice con la mano destra spingendo verso il basso e tirando poi in modo da eliminare anche le interiora del pesce

aiutati con il pollice ad aprire la pancia e in contemporanea distendi l’alice, a questo punto ti troverai con il filetto disteso e la lisca nel centro

prendi la lisca dall’estremità della testa e tira delicatamente verso di te finchè arrivi alla coda, poi dai uno strappetto poco più forte ed elimina anche la lisca

non ti rimane che girare l’alice ed eliminare la pinna dorsale, a me da fastidio, quindi tolgo via anche quella

controlla, infine, che il filetto non abbia delle spinette evidenti

risciacqua il filetto sotto l’acqua corrente e posalo con la parte argentata verso il basso

prepara i filetti delle stesse dimensioni uno accanto all’altro e lasciale scolare un pochino

prepara i pomodorini:

lavali e tagliali a metà

mettili in una padella antiaderente con un filo di olio, aspetta qualche minuto poi aggiungi poca acqua. Se ti piacciono i gusti saporiti aggiungi una spruzzata di aceto balsamico

Dopo 10-15 minuti i pomodorini avranno perso la maggior parte di acqua ed è proprio così che li utilizzeremo

Iniziamo a preparare le alici in pacchetto:

sopra al primo filetto disponi nel verso della lunghezza: 1 cappero, mezzo pomodorino o meno (dipende dalla grandezza), 1 cappero e mezzo pomodorino

chiudi l’alice in pacchetto con una seconda alice questa volta con la parte argentata verso l’esterno. Tenderà ad aprirsi, niente panico, basterà unirlo con le dita

Quando avrai finito di disporre sulla teglia tutte le alici in pacchetto, (io le avevo preparate sopra ad un tagliere e poi mi sono aiutata con una palettina per disporle nella teglia, ma puoi direttamente prepararle nella teglia) aggiungi del pangrattato ed una spruzzata di olio extravergine di oliva. Spruzzata perchè utilizzo un comodissimo dosatore con lo spruzzo, fantastico per far fuoriuscire poca quantità di olio per volta.

Finisci con del timo fresco

Inforna a 180 gradi per 15 minuti.

Buon appetito!

L’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli e l’Associazione Italiana Food Blogger promuovono il progetto “Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e Food Blogger: insieme per la salute. La ricetta giusta per il tuo benessere” nell’ambito del quale è stato indetto il food contest: “DIETA MEDITERRANEA? SI’, GRAZIE.

Con questa ricetta partecipo al contest di cui sopra nella categoria secondi piatti.

banner del contest dieta mediterranea Si' grazie