Seguimi

  • Facebook
  • youtube
  • Pinterest
  • Instagram

Pesto alla genovese, un condimento super versatile!

Quanti tipi di pesto conosci?

La mia raccolta di ricette a base di pesto

Della serie, ho poco tempo in cucina, immagino che anche per voi sia così, è il caos del nostro tempo! Spesso mi viene in aiuto un buon pesto! E già! L’avete capito che i Burger vegetali si trovano numerose volte nella mia tavola. Sono rapidi da fare, buoni da gustare e si possono fare in molte diverse varianti!

Per renderli ancora più gustosi inserisco un pesto all’interno o semplicemente lo accosto vicino per accompagnarli, insieme ad una generosa porzione di verdure. Utilizzo diversi pesti  anche per preparare dei particolari muffin salati, ma  possono fungere da condimento anche ai primi piatti, tipo i miei gnocchi di miglio, donano quel gusto in più che rende unico il piatto!

Avete mai provato ad inserire il pesto nelle insalate oppure spalmato nei crostini per un rapido brunch? Ebbene sì! Ho preso ispirazione dalla cucina vegana, questa cucina mi ha innescato la fantasia; ci sono diversi modi per preparare un piatto e loro sono dei maestri in questo, perché riescono ad associare contemporaneamente diversi ingredienti nutritivi!

Vi lascio la mia raccolta di PESTI:

  • Pesto alla genovese
  • Pesto di fave
  • Pesto al cavolo nero
  • Pesto ai pistacchi
  • Pesto alle zucchine
  • Pesto alla rucola
  • Pesto alla siciliana
  • Pesto o salsa di noci

Questi sono quelli che preferisco, ma la lista continua ad allungarsi :))

Pesto alla genovese

pesto-alla-genovese-alimentazione-energia-e-benessere-di-sara-masiero-padova

INGREDIENTI

  • 50 gr di foglie di basilico
  • mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva (andrebbe utilizzato olio ligure molto delicato, così da non sovrastare troppo con il suo sapore forte)
  • 6 cucchiai di parmigiano reggiano
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • qualche grano di sale grosso

PROCEDIMENTO PESTO ALLA GENOVESE

Lo sai che il pesto alla genovese andrebbe fatto con il mortaio vero? Comunque io non ce l’ho quindi ti mostrerò come procede la maggior parte di noi! Devi essere rapido, ecco il primo consiglio.

Prepara le foglie di basilico: lavale in una ciotola con acqua fredda e lasciale stese sopra un canovaccio! Attenzione questa parte è la più delicata perchè l’olio essenziale contenuto nelle foglie si ossida facilmente, quindi non devi romperle.

  1. Frulla delicatamente l’aglio con qualche grano di sale grosso
  2. Aggiungi i pinoli e frulla
  3. Aggiungi poi le foglie di basilico e frulla
  4. Infine il parmigiano reggiano e l’olio aggiunto un pò alla volta e frulla ancora per poco.

Conserva il pesto alla genovese per qualche giorno in vasetti di vetro ben coperti, lo si può anche congelare in mini porzioni così da averlo disponile tutto l’anno!

 

Pesto di fave

pesto-di-fave-energia-benessere-sara-masiero-nutrizionista-biologa-padova

INGREDIENTI

  • 150 gr di fave fresche, o surgelate
  • 75 gr di parmigiano reggiano
  • 70 ml di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • qualche foglia di menta

PROCEDIMENTO PESTO DI FAVE

Sgrana le fave fresche dal loro baccello, elimina la pellicina e segui i seguenti passi che ti vado a illustrare:

  1. Mix lo spicchio d’aglio
  2. Aggiungi le fave
  3. Il parmigiano
  4. Aziona il mixer e frulla ad intermittenza
  5. Aggiungi le foglioline di menta
  6. Olio a filo, fino ad ottenere un composto cremoso e omogeneo;
  7. Trasferisci in una ciotolina il pesto di fave ottenuto e procedi come sopra descritto.

 

Pesto alla siciliana

pesto-alla-siciliana-energia-benessere-sara-masiero-nutrizionista-biologa-padova

INGREDIENTI

  • 500 g pomodori ramati
  • 50 g di noci
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 mazzetto di basilico
  • 60-70 g di parmigiano reggiano
  • 150 g di ricotta
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

PROCEDIMENTO PESTO ALLA SICILIANA

  1. Lava i pomodori e dividi a metà. Elimina la parte interna, mettili nella placca del forno ad asciugare, aggiungi un po di parmigiano, mentre accendi il forno a bassa temperatura.
  2. Lava le foglie di basilico e stendile in un canovaccio per asciugarle
  3. Versate i pomodori in un mixer insieme allo spicchio di aglio  e frulla
  4. Aggiungi le foglie di basilico e le noci
  5. Aggiungi il resto del parmigiano e frulla versando lentamente l’olio, fino ad ottenere una crema
  6. In una ciotola unisci alla crema anche la ricotta mescola
  7. Aggiungi sale e pepe a piacere.

 

Pesto al cavolo nero

pesto-di-cavolo-nero-energia-benessere-sara-masiero-nutrizionista-biologa-padova

INGREDIENTI

  • un mazzo di cavolo nero
  • 75 g parmigiano reggiano
  • pinoli
  • sale
  • olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO PESTO AL CAVOLO NERO

  1. Inizia a preparare le foglie del cavolo nero: taglia la nervatura centrale molto dura, lava bene e metti in padella a sbollentare per 10 minuti con un goccio di acqua, anche senza olio, rigira spesso, puoi anche utilizzare la vaporiera.
  2. Una volta cotto lascia raffreddare e metti nel mixer insieme a sale, pinoli, parmigiano ed olio
  3. Fai andare ad intermittenza fino a formare il pesto

 

Pesto alla rucola

pesto-alla-rucola-energia-benessere-sara-masiero-nutrizionista-biologa-padova

INGREDIENTI

  • 100 g di rucola
  • 50 g di mandorle
  • 70 g di parmigiano reggiano
  • 1 spicchio di aglio
  • 50 ml di olio extravergine do oliva

PROCEDIMENTO PESTO ALLA RUCOLA

  1. Pulisci la rucola, lavala, asciugala
  2. Prepara il mix di mandorle: in un mixer metti lo spicchio d’aglio e fai andare, poi le mandorle insieme al parmigiano e metà dell’ olio extravergine d’oliva.
  3. Frulla il tutto a velocità massima fino ad ottenere una crema.
  4. Frulla da sola la rucola che avevi preparato prima (meglio farlo dopo aver preparato il primo mix così diminuisci il processo di ossidazione), puoi trasferire il mix in una ciotolina che rimane a contatto con del ghiaccio e farla raffreddare così rimarrà di un bel verde vivace.
  5. Aggiungi la crema di mandorle al mix di rucola ed inizia piano a frullare il tutto.
  6. Aggiungi man mano al pesto di rucola il restante olio d’oliva, puoi anche diminuire la dose di olio.
  7. Trasferisci il pesto di rucola in un vasetto e riponi in frigo coperto da una pellicola o procedi come sopra.

 

Pesto ai pistacchi

La ricetta la troverete qui nei miei muffin salati

 

Pesto alle zucchine

pesto-di-zucchine-energia-benessere-sara-masiero-nutrizionista-biologa-padova

INGREDIENTI

  • 250 g zucchine
  • 40 g di pinoli, puoi anche utilizzare un mix di semi come ad esempio: girasole e sesamo
  • un pezzettino di porro
  • 30 ml di olio evo
  • 2 pizzichi si sale
  • basilico
  • menta

PROCEDIMENTO PESTO ALLE ZUCCHINE

  1. Lava e prepara le zucchine tagliate a pezzetti
  2. Inserisci le zucchine in un mixer insieme ai pinoli o al mix di semi, il grana grattugiato, il porro, il sale ed il basilico
  3. Frulla il tutto aggiungendo man mano l’olio a filo
  4. Frulla fino a quando ottieni la consistenza voluta, a me piace come una crema, quindi frullo finché ottengo una crema omogenea
  5. Trasferisci il pesto di zucchine in un vasetto e riponi in frigo fino al momento di servire.

 

Pesto alle noci

pesto-di-noci-energia-benessere-sara-masiero-nutrizionista-biologa-padova

INGREDIENTI

  • 100 g gherigli di noci
  • 20 g di pinoli
  • 20 ml di olio evo
  • 40 ml di latte di soia
  • 60 g di parmigiano
  • 1 pizzichi si sale
  • maggiorana o menta

PROCEDIMENTO PESTO ALLE NOCI

  1. Inserisci nel mixer i gherigli delle noci, i pinoli e le foglioline di menta o maggiorana, lavate ed asciugate e frulla, ad impulsi per non scaldare le noci, l’olio della frutta secca deve rimanere all’interno
  2. Aggiungi l’olio gradatamente mentre azioni il mixer
  3. Aggiungi il parmigiano e il latte di soia e frulla un altro pochino
  4. Trasferisci il pesto di noci in un vasetto e riponi in frigo fino al momento di servire.

N.B. Se ti piace più consistente puoi aggiungere della mollica di pane prima di aggiungere l’olio e dovresti aumentare la quantità di quest’ultimo. Se invece ti piace meno consistente, puoi aumentare la quantità di latte.

 

Commenti

Lascia un commento