Seguimi

  • Facebook
  • youtube
  • Instagram

Barrette energetiche: come si preparano

Queste barrette energetiche risalgono a quando correvo insieme al mio gruppo di corsa. Sempre alla ricerca di spuntini sani per il pre-allenamento, di quelli che ti preparano per l’allenamento, ma servono anche per il dopo allenamento, nel senso che dopo non ti spingono a mangiare carboidrati in continuazione, soprattutto quando l’allenamento è stato pesante.

Trovo le barrette adatte ad un pieno di energia, in commercio se ne trovano di vari tipi; quelle del supermercato contengono per la maggior parte solo carboidrati. Quelle che trovate nei negozi sportivi e di integratori  contengono di norma di tutto e di più, tranne per alcuni marchi, che fanno eccezione.

Quelle che vi propongo ora sono barrette energetiche casalinghe, sono un pochino carenti in proteine se si utilizza il miele, 2 g in più di proteine le avrete utilizzando  il latte condensato, ma per alternare vari tipi di spuntini vanno benissimo. Sono molto rapide da preparare, lo so che non mi credete, ma l’unico modo che avete per scoprirlo è provare a cucinarle e poi fatemi sapere. L’unica accortezza è aver fatto la spesa necessaria i giorni precedenti, ma sono ingredienti che si conservano a lungo, quindi potete comprali in largo anticipo.

Quando ho fatto il conto delle calorie non ci potevo credere: circa 200 Kcal a barretta, considerandone 12 totali e pensare che qui dentro ci sono molti ingredienti calorici di per sè è sbalorditivo. Inoltre, quando si parla di cibo ricco di nutrienti le calorie passano inevitabilmente in secondo piano, perchè saranno pienamente utilizzabili. Risultano quindi anche un ottima colazione con un’integrazione di proteine per esempio proveniente da uno yogurt greco 0% oppure da un kefir bianco.

Vi lascio qui gli ingredienti e la modalità che ho utilizzato per preparare le barrette delle foto, ma vi lascerei anche una bella lista da cui potete attingere per farne sempre di diverse.

Cereali: sbizzarritevi, la scelta può ricadere sui soffiati di miglio, quinoa, farro o su fiocchi di grano saraceno, farro integrale, mais

Frutta secca a guscio, qui c’e’ un’ampia scelta tra noci, noci di macadamia,  noci Brasiliane, noci Pecan, anacardi, pinoli, arachidi (li metto qui anche se sono delle leguminose)

Frutta disidratata: albicocche, fichi, cocco, datteri

Bacche: di Acai, di Goji, Maqui,  mirtilli rossi o neri, lamponi, more

Semi oleosi piccoli: sesamo, girasole, zucca, lino, chia

Dolcificante: latte condensato, miele, sciroppo d’acero, malto

Mi sono ripromessa di preparare delle barrette con albicocche secche e bacche di Goji, ma non le avevo in casa e quindi sarà per la prossima volta, oppure provateci voi!

Ingredienti per 12 barrette energetiche

300 ml di latte condensato (oppure 150g di miele, oppure 60g di sciroppo d’acero e 100 g di miele)

cereali: 100g fiocchi di avena, 30 g di riso soffiato, 50 g di fiocchi mix di cereali (per me quinoa-mais-…..li ho trovati già preparati)

frutta secca in guscio: 30g nocciole, 50 g mandorle, 20g pistacchi

frutta disidratata: 90g di prugne, 15 g di cocco raspato

semi oleosi: 10g di sesamo e 10g di girasole

Vediamo come si preparano le barrette energetiche

La preparazione delle barrette è molto semplice

1) metti il latte condensato o il miele in un pentolino e scaldalo sulla fiamma

2) metti cereali, frutta secca e frutta disidratata in un mixer e fai andare per qualche minuto, finchè il tutto è sbriciolato secondo le tue prefrenze

3) aggiungi il mix sbriciolato nel pentolino un pò per volta e mescola molto bene finchè tutto sarà umido

4) inserisci il mix molto appiccicoso in una pirofila già coperta da carta forno e premi molto bene con il dorso del cucchiaio finchè si livella

5) metti in forno statico a 150 gradi per 30-40 minuti

6) aspetta che raffreddi e poi taglia le singole barrette, a me ne sono risultate 12 con uno spessore di circa 1 cm.

Potete fare tutti i cambiamenti che volete a secondo dei vostri gusti! Io ho avvolte le barrette energetiche con carta forno e messe in parte in una scatola in frigo, in parte dentro un sacchettino in freezer, altrimenti qui a casa mia durano 3 nano-secondi!

 

Commenti

Lascia un commento