Seguimi

  • Facebook
  • youtube
  • Pinterest
  • Instagram

Le caratteristiche della Quinoa

 quinoa703x303chichhi

Caratteristiche nutritive, come si cucina

La quinoa è una pianta erbacea, appartenente alla famiglia delle bietole e degli spinaci, cresce nelle zone tipiche delle Ande, dove le temperature sono basse e l’umidità è molto scarsa. Usata addirittura tra le popolazioni Inca e Azteche, trascurata per molti anni è stata riscoperta di recente.

Sono i  i chicchi della sua spiga di forma rotonda simili a quelli del miglio che vengono utilizzati, ecco perchè si confonde con un cereale. Non contiene glutine e possiede proprietà nutritive affini a quelle dei legumi.

Le proprietà della quinoa ne fanno un alimento idoneo per l’alimentazione moderna, è molto utile per quelle persone che si sottopongono a diete drastiche oppure che hanno bisogno di energia.

E’ ricca di potassio fosforo e magnesio, ma anche di calcio e di fibre.

Le sue proteine sono ad elevato valore biologico, infatti, presenta tutti i 9 aminoacidi essenziali necessari al funzionamento del nostro organismo. Il suo contenuto proteico è superiore a quello di riso, miglio e grano (circa 14 gr di proteine /100 gr di quinoa).

E’ povera di grassi, presenta nel complesso un buon equilibrio tra proteine e carboidrati e non è eccessivamente calorica. (350 Kcal/100gr di quinoa)

E’ un’importante fonte di riboflavina (vitamina B2), ritenuta in grado di ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania e di favorire i processi metabolici delle cellule muscolari e cerebrali.

Oltre ad alcune vitamine del gruppo B, la quinoa contiene vitamina C e vitamina E, che grazie alla capacità di contrastare i radicali liberi svolgono un’importante funzione protettiva nei confronti  dei tessuti corporei.

Esistono tre maggiori varietà di quinoa, che si contraddistinguono per il colore dei loro chicchi: rosso, giallo o nero. Tutte e tre le varietà possono essere utilizzate per la preparazione di pietanze sia dolci che salate.

In alcuni negozi di prodotti biologici è possibile reperire della farina di quinoa già macinata, completamente priva di glutine, da utilizzare per la preparazione di piatti sia dolci che salati.

quinoa703x303bis

Come si prepara in cucina?

E’ un alimento molto versatile in cucina. Si raccomanda di sciacquarla molto bene prima di passare alla fase di cottura, al fine di eliminare le tracce di saponine presenti sui suoi chicchi. E’ sufficiente questo passaggio perchè venga eliminato  il sapore amaro.

I chicchi di quinoa possono essere cotti in acqua pari ad almeno il doppio del volume, esempio 1 tazza di quinoa e due tazze di acqua. La durata della cottura può variare dai 10 ai 15 minuti, sarà pronta quando i grani diventano trasparenti, sono  gonfi e presentano un  anellino a corona del chicco (piccolo germoglio bianco). A questo punto la quinoa può essere utilizzata e condita a piacere, con olio e i propri ingredienti preferiti.

Sono ottimi gli abbinamenti della quinoa con le verdure e con i legumi. Con i chicchi di quinoa già cotti possono essere preparate delle crocchette o dei burger vegetali. Possono inoltre essere utilizzati per il ripieno di verdure come pomodori, peperoni e zucchine.

Per quanto riguarda le pietanze dolci, i suoi chicchi cotti possono essere utilizzati per la preparazione di biscotti o abbinati a della frutta secca o essiccata, come ad esempio uvetta e nocciole, per ottenere dei piccoli dessert al cucchiaio o aggiunti al muesli della colazione.

Inoltre, nei negozi di prodotti biologici si trovano dei fiocchi di quinoa, ricchi di fibre e privi di dolcificanti aggiunti, adatti ad essere utilizzati come merenda.

I suoi chicchi sono infine ottimi aggiunti alle zuppe.

 

Commenti

Lascia un commento