Seguimi

  • Facebook
  • youtube
  • Pinterest
  • Instagram

Quinoa e mix di verdure

quinoa703x303

La prima volta che cucinai la Quinoa mi sembrava un’impresa impossibile, mille domande, mille dubbi. Chissà che sapore avrà, chissà che ne salterà fuori, piacerà alla mia famiglia?

Facilissima da preparare, veloce, gustosa si abbina con moltissimi prodotti,  subito me ne sono innamorata! Spesso nello stesso piatto aggiungo delle polpettine fatte con i ceci o altro legume per aumentare la quantità proteica del piatto.

Pochi giorni fa Rachele torna a casa da scuola dicendomi molto stupita che le sue compagne di scuola adesso mangiano la Quinoa tutte entusiaste, ma quando parlava lei di Quinoa non le dava retta nessuno. Molto è cambiato in poco tempo, le persone stanno diventando sempre più consapevoli delle loro scelte.

Qui trovate tutte le caratteristiche della Quinoa, due delle più importanti sono l’ elevato contenuto proteico e l’assenza di glutine.

La preparo in molti modi diversi, vi mostrerò qualche foto, infatti è molto versatile, anche i biscottini sono buonissimi, li leggerete presto anche qui.

La cosa più interessante è che un piatto di Quinoa contiene tutte le classi nutritive in una volta sola! Vi lascio la ricetta che prevede il mix di verdure, ma potete prepararla come più vi piace, ottima con la crema di zucchine, con i broccoli, con le melanzane, largo alla fantasia! Ho inserito foto che si riferiscono a diverse preparazioni proprio per stuzzicare a preparare la vostra preferita!

Quinoa e mix di verdure

Ingredienti

200gr di Quinoa

2 zucchine

1 peperone rosso e 1 giallo

3-4 pomodori secchi

1 melanzana

funghi champignon

100 gr di prosciutto cotto

 

Procedimento
1) Sciacqua molto bene i chicchi di quinoa sotto l’acqua corrente finchè l’acqua sarà limpida, per eliminare la saponina.
2) Metti i 200gr di quinoa nel doppio di acqua, quindi in 400 ml circa di acqua, porta a bollore, poi abbassa la fiamma e fai cuocere per circa 10 minuti. Appena il filetto sarà visibile e uscirà dal chicco, sarà pronta. A me piace un po’ croccante, quindi sto molto attenta a questa fase. Spegni il fuoco e lascia coperto finchè tutta l’acqua sarà assorbita.
3) Nel frattempo inizia a preparare le verdure: lava e taglia le verdure a dadini
4) Metti un goccio di olio (puoi anche sostituirlo solo con acqua, prova) nella padella antiaderente, meglio utilizzare quella con i bordi rialzati, aggiungi le melanzane, quando iniziano ad appassire aggiungi i peperoni dopo 3-4 minuti anche le zucchine, è il momento di aggiungere il sale, lascia andare per altri 5-6 minuti, girando e muovendo la padella.
5) aggiungi il prosciutto cotto, (io aggiungo anche i pinoli) mescola bene. Deve rimanere un po’ di sughino, (se non avevi messo l’olio, adesso è il momento di aggiungerne un goccio)
6) Adesso la quinoa va inserita direttamente nella padella, spadellare per 2-3 minuti, controlla e regola il sale, potrai aqqiungere un goccio di olio a crudo!

 quinoa 703x303

 

PANCAKES SALATI: LA PRIMA VIDEORICETTA

Oggi ho pensato di sbilanciarmi e di condividere con voi uno dei primi video che ho fatto un pò di tempo fa: i pancakes salati! Avete presente quando iniziate un percorso sconosciuto, ma dentro di voi la vocina vi dice, perchè no? Vi capita qualche volta? A me spesso, e molte idee ancora mi frullano per la testa e le leggerete presto. Per fare questo video avevo coinvolto i miei due ragazzi durante le vacanze invernali, è stata una bella esperienza, sicuramente da rifare! Focalizzatevi, quindi, più sulla ricetta che sul video stesso, questi pancakes con le zucchine sono molto buoni da accompagnare con qualche salsina a piacere; in famiglia li mangiamo insieme ad una crema di formaggio spalmabile e salmone o funghi, ma c’e’ da sbizzarrirsi.

Se li volete ancora più proteici potete preparare una crema con il tofu ed il salmone o i pomodorini secchi. Secondo me la caratteristica principale del tofu è proprio la sua mancanza di sapore, quindi si può abbinare a quello che più ti piace!

Sono molto comodi anche quando invitate degli amici a cena, ma non vi va di preparare la classica cena tutti seduti attorno al tavolo!

Fatemi sapere le vostre salsine preferite di accompagnamento e se vi sono piaciuti.

Buon appetito!

Sei di fretta e vuoi mangiare un’insalata?

insalatona 1 bis 703x303

Con l’avvicinarsi del calduccio inizio spesso a sfoderare la mia fantasia per creare una nuova insalata!

E’ un’insalata pensata, nel senso che devo assicurarmi di avere in casa tutti gli ingredienti che mi permettono di aggregare insieme carboidrati complessi, proteine e grassi buoni!

Spesso molte persone pensano che pranzare o cenare con una bella insalatona porti a meno calorie, per questo motivo la inseriscono nel piano alimentare della settimana, quindi all’ultimo minuto si preparano un bel mix di insalata verde, pomodori, carote, radicchio, mais forse un pò di tonno. Ne parlavo pochi giorni fa con Laura, la proprietaria di una Bottega Sfusa, avete presente quei negozietti molto carini che vendono molte cose sfuse e biologiche.

Vorrei spendere queste poche righe proprio per ribadire il concetto: mangia colorato e variato nella quantità 40% di carboidrati, 30% di proteine, 30% di grassi buoni, anche quando mangiamo un’insalata!

I carboidrati devono essere quindi i più rappresentati, unite: spinacio fresco o valeriana o songino, coste, carote, peperoni o pomodori, melanzane, zucchine, ma anche asparagi e carciofi, e avanti così, verdure di stagione oppure surgelate; si possono unire verdure fresche e verdure cotte. In alternativa potete sbizzarrirvi con i cereali insieme ad un paio di verdure. A me piace accostare qualcosa di asprigno, utilizzare l’aceto balsamico mi fa coprire tutti i gusti e lo utilizzo poco, piuttosto inserisco della frutta: le mele verdi, le fragole e da poco ho anche scoperto l’alchechengi essiccato. Inserirò nel blog le mie insalate più riuscite, così aggancerete qualche idea in più. Fate in modo di avere molti colori diversi, lo sapete giusto che in ogni colore c’e’ un fitonutriente diverso; a questo proposito, sto preparando un articolo tratto dal libro del Dott. D. Heber, il pioniere del piatto colorato.

Le proteine sono essenziali all’interno dell’insalata, potete scegliere se carne bianca-pesce-legumi-frittatina. Attenzione che i legumi contengono i carboidrati, quindi regolatevi con la quantità di verdure da aggiungere. Anche i cereali integrali o pseudocereali tipo la qiunoa hanno una buona quantità di proteine.

I Grassi buoni per eccellenza gli italiani li inseriscono con un buon cucchiaio di olio d’oliva extravergine. Pensate anche ai semi oleosi che sono ricchi di grassi buoni: sesamo, girasole, lino, zucca. Vi danno la stessa sensazione dell’olio al palato, è questione di abituarsi un pò per volta.

Gomasio per insaporire, ottimo sostituto del sale

Vi lancio questo semplice accostamento di qualche giorno fa. Avevo frettissima e ho scattato la foto prima di mescolarla bene, quindi parte degli ingredienti è nascosta, ma vi assicuro che ci sono tutti :))

insalatona 1 tris 703x303

INSALATONA 1

due fette di melanzana grigliate

un quarto di peperone rosso tagliato a julienne e fatto appassire nella padella senza olio

una piccola zucchina tagliata a julienne e fatta appassire nella padella senza olio

due manciate di spinacino fresco

una grossa fragola

un pò di alchechengi essicati

5 cucchiai di ceci in barattolo ben scolati

1 cucchiaino di olio EVO

un abbondante cucchiaio da tavola di gomasio con alghe

 

 

 

 

Pangoccioli

 

pangoccioli 4 703x303

Uno snack per i ragazzi e non solo: i Pangoccioli

Avete presente quando i vostri ragazzi sono alla ricerca di qualcosa di buono da mettere sotto i denti, vi capita che aprano e chiudano scaffali a ripetizione? Questi movimenti compulsivi mi lanciano il segnale che è arrivato il momento di mettersi all’opera…..magari passa qualche giorno, ma i pangoccioli entrano in programma nella mia agenda. Vi lascio la ricetta supercollaudata, sono anni che la utilizzo, mi dispiace aver perso la fonte da cui ho attinto la ricetta. Per fare questi pangoccioli ho utilizzato il lievito di birra, semplicemente perchè più comodo, anche se sarebbe opportuno utilizzare il lievito madre, che contiene un mix di lattobacilli e altri batteri al posto del Saccaromices Cerevisiae, noto come lievito di birra. Vi parlerò dettagliatamente della differenza, ma non ora perchè dobbiamo mangiare i pangoccioli!

Dimenticavo, troverete anche delle ricette simili nel blog, come le bombette, oppure il pane con la zucca e le gocce di cioccolato.

Ingredienti, per 12-14 pangoccioli

250gr di farina 0

250gr di farina di farro o farina 1

125ml di bevanda di soia temperatura ambiente

125ml di acqua tiepida

Una bustina di lievito secco

90gr di zucchero

90gr di burro lasciato un’ oretta fuori dal frigo (70 gr di olio di mais, vengono buoni lo stesso)

1 bustina di vanillina opzionale

1 pizzico di sale

100gr gocce di cioccolato fondente o cioccolato sbriciolato

 

Procedimento

  1. Inizia preparando un preimpasto: metti in una ciotola il latte e l’acqua e mescola finchè sciolto, aggiungi il lievito, mescola ancora,  aggiungi un po’ per volta la farina SETACCIATA; non tutta, solo quella sufficiente per fare un impasto morbido…..circa 200gr
  2. Copri e lascia lievitare per almeno 30 minuti (anche 1 ora)
  3. Metti le gocce di cioccolato in un contenitore coperto e lasciale nel freezer
  4.  In una seconda ciotola aggiungi il resto della farina, lo zucchero, la vanillina
  5.  Capovolgi il contenuto della seconda ciotola sul tavolo, fai il classico buco nel centro e aggiungi il preimpasto lievitato
  6.   Inizia ad impastare con il cucchiaio, o già con le mani, prima che sia totalmente impastato aggiungi il sale. Impasta facendo ogni tanto alcune pieghe a tre (più avanti c’è il procedimento)
  7. Continua ad impastare a mano, otterrai un impasto morbido, ma non del tutto omogeneo
  8. Quando hai ottenuto un panetto, inizia a spalmare il burro ammorbidito sopra il panetto, attenzione poca quantità per volta, continua ad impastare, poi spalma ancora ed impasta…e così via fino al completamento del burro. NB questo è il passaggio più noioso :( , meglio utilizzare l’olio è un pochino più veloce
  9. Dovrai ottenere un panetto bello morbido e liscio, non dev’essere appiccicoso (una soddisfazione che solo chi lo fa sa capire! provateci)
  10. Lascia lievitare coperto per 30 minuti
  11. Metti l’impasto sul tavolo, aprilo per bene, aggiungi le gocce di cioccolato ed impasta piano finchè le gocce saranno ben distribuite
  12. Questa fase è delicata per la riuscita delle palline: dividi l’impasto in pezzi da circa 70 gr l’uno
  13. Lavora ogni pezzo per fare delle pieghe a tre, ovvero A) apri bene a rettangolo, B) lavora in orizzontale e piega la parte destra  verso sinistra e  la parte sinistra verso destra a coprire la prima piega C) schiaccia e allunga in verticale D) fai la stessa cosa ma questa volta piega verso l’alto fino a meta’ poi piega la parte in alto verso il basso a coprire quest’ultima E) gira il rettangolino ottenuto F) e inizia a girarlo sul piano, poi tira verso di te a formare una pallina. Difficile a dirsi, ma facile a farsi!
  14. Metti le palline sopra la leccarda del forno ricoperta da carta forno ben distanziate, visto che lieviteranno del doppio del loro volume iniziale; copri con pellicola, fai attenzione che la pellicola non tocchi la superficie, io ho inserito dei bicchieri di plastica per fare l’altezza (l’ottimale sarebbe avere a disposizione delle scatole, tipo quelle per trasporto muffin, per intenderci)
  15. pangoccioli con pellicola703x303
  16. Lascia lievitare per tre ore……forse ne basteranno anche due, ogni tanto dai una controllata, quando hanno raddoppiato il loro volume sono pronte per il forno
  17. Spennella con una miscela di acqua e zucchero (spesso salto questo passaggio)
  18. Inforna in forno statico già caldo a 180 gradi per 15 minuti, rimarranno morbide morbide….fatele raffreddare sopra ad una griglia e yummy buona merenda!

pangoccioli 703x303

  1. Per la conservazione puoi riempire un sacchetto freezer e lanciarlo nel congelatore così avrai i tuoi pangoccioli sempre pronti. Infatti,  nel momento giusto basterà estrarre un pangoccioli dal sacchetto e aspettare 5 minuti  !!!!!!!! Ovviamente parlo di quando i bambini hanno voglia di quel non so che…….!!!!!!!!

pangoccioli 703x303bis

TORTINO DI CECI E ZUCCHINE

frittata di ceci e zucchine 703x303

Ricetta del Tortino di ceci e zucchine

Le zucchine, come capirete facilmente, sono una delle mie passioni, perchè si utilizzano in mille modi diversi e si accostano a numerosi altri ingredienti. Questo tortino di ceci e zucchine si presta in modo speciale ad una cena, infatti rientrando sempre tardi a casa poca è la voglia di cimentarsi ai fornelli, quindi la farina di ceci è un ottimo supporto in qualsiasi stagione. Per chi ama fare attività fisica può diventare molto utile dopo un allenamento!

INGREDIENTI per 1 porzione    230 Kcal e 11gr di proteine

50gr di farina di ceci
100 gr di acqua
1 zucchina
Un pizzico di sale
Una spruzzata di olio!

PROCEDIMENTO

1) lava e taglia la zucchina a pezzi

2) metti in padella con una spruzzata di olio extravergine di oliva, lascia per 5 minuti girando spesso, alla fine aggiungi un pizzico di sale

3) prepara la pastella con 50 gr di farina ceci e 100 gr di acqua mescola bene

4) riposo, io nn avevo tempo, quindi lasciata 5 minuti

5) aggiungi le zucchine alla pastella, mix

6) nella padella spruzza un filo di olio

7) aggiungi la pastella, copri la padella e lascia 10 minuti. Quando vedrai che i bordi iniziano a ritirarsi prendi un piatto, rovescia il tortino e rimetti sul fuoco per cucinare l’ altro verso, lascia per altri 10 minuti

8) accompagna con una seconda verdura e 2 crackers integrali

POLPETTINE DI CECI E RAPE ROSSE

polpette rape rosse 703x303ok

Queste polpettine di ceci e rape rosse danno un tocco di colore in più al piatto! Anche queste si preparano in pochissimo tempo, grazie al mitico mixer e sono molto gustose. Per chi è abituato a piatti classici sembrerà strano avere tutto questo colore nel piatto vero? Diventerete presto degli esperti del colore, non ho dubbi! A me piacciono accompagnate con un filo di salsa veg e qualche verdurina.

Ricetta delle polpettine di ceci e rape rosse

INGREDIENTI

250 gr di ceci scolati e ben risciacquati
80 gr di rapa rossa
2 cucchiai di salsa soia
1 cucchiaino di zenzero grattugiato
1 cucchiaino di paprika (o curcuma o altro a piacere)
1 spicchio di aglio
Succo di limone
30 gr di pangrattato
20 gr di semi di sesamo
30 gr di formaggio di capra (buccia rossa o feta)

PROCEDIMENTO

1) Metti in padella i ceci con un cucchiaio di olio e uno spicchio di aglio, lascia per circa 2 minuti

2) Unisci zenzero e paprika, la salsa di soia, il succo di limone

3) Unisci la rapa a piccoli pezzi

4) Lascia nel fuoco un altro minuto o due, poi aspetta che raffreddi un pochino

5) Metti tutto nel mixer, aziona e un po’ per volta aggiungi il pangrattato, vedi te la consistenza, dopo qualche minuto vedrai che il tutto si compatta

6) Prendi un cucchiaio di impasto, modella con le mani e metti al centro un pezzo di formaggio, richiudi e rimodella a burger

7) Spennella con olio o spruzzalo sopra e passa sopra i semini di sesamo

8) Metti le tue polpettine ai ceci e rape rosse sopra la placca del forno coperta da carta forno e lascia cuocere a 180 gradi per 15-20 minuti